Carattere   solo testo   |   alta visibilità
 



Sei in: Home » archivio news » scheda news

News

SEGRETERIA DEL SINDACO

CITTA' DELLA CULTURA 2019, SAN FELICE CIRCEO TRA I FINALISTI. IL 18 DICEMBRE LA PROCLAMAZIONE DEL VINCITORE
Comunicato stampa

 San Felice Circeo tra i finalisti dell'iniziativa "città della Cultura 2019". Proprio oggi il sindaco Giuseppe Schiboni ha ricevuto la nota del direttore generale della direzione cultura della Regione Lazio dei primi risultati della commissione di valutazione delle 29 candidature presentate. Il Comune di San Felice Circeo in aggregazione nel progetto con i comuni di Ponza e Ventotene fa parte della terna prescelta e sarà valutato martedì 18 dicembre dalla commissione in audizione pubblica che terminerà con la proclamazione del vincitore. Tra i progetti selezionati quello del comune di Cerveteri (in aggregazione con Tolfa e Allumiere) e quello di Palestrina (in aggregazione con Cave, Poli, Genazzano, Zagarolo, castel San Pietro, Capranica e Gallicano). Il progetto di San Felice Circeo dal titolo "il mare di Circeo – Narrazione & mito" redatto dall'architetto Luca Calselli si fonda su una rete di esperienze e di territorio con il coinvolgimento dei tre comuni legati dalla importante partnership dell'Ente Parco Nazionale del Circeo, vero punto di attrazione tra emergenze ambientali, storiche e culturali per una gestione condivisa dell'esclusivo territorio.
"Essere tra i primi tre progetti tra i ventinove presentati – ha spiegato Schiboni – è già motivo di vanto ed orgoglio perché crediamo sempre più al concetto di condividere ed interagire con realtà molto simili a noi per ricchezza territoriale e ambizione di sviluppo. Ponza, Ventotene, il Circeo sono le perle del Parco Nazionale del Circeo e scrivere tutti insieme un progetto rafforza il concetto di condivisione e unità di intenti che rappresentano il futuro di sviluppo di questi territori. In cuor nostro serbiamo il desiderio di essere noi proclamati vincitori perché con il titolo di città della cultura 2019 vogliamo lanciare una sfida al rilancio culturale delle nostre città".

 

Fine dei contenuti della pagina